Archivio

Archivio autore

I draghi arrivano alla Lib Lab

11 Ottobre 2012 Commenti chiusi

 

Il 13 ottobre alle 10:30 Simone Frasca presenta il nuovo libro

 

“Etciù! Sono allergico ai draghi!!!”

 

alla Libreria Lib Lab

via Gramsci 327/329 -

Sesto Fiorentino, Firenze

 

Bruno lo zozzo al Teatro Casa di Pulcinella

7 Ottobre 2012 Commenti chiusi



Il 7 ottobre alle 18.00 il Teatro Casa Di Pulcinella di Bari la Compagnia Granteatrino farà la prima assoluta de

Bruno lo zozzo!

Spettacolo di pupazzi e teatro d’ombre

con Anna Chiara Castellano Visaggi e Enrico Castellaneta
pupazzi Lucrezia Tritone
musiche originali Pantaleo Annese
regia Francesco Tammacco

 

si replica domenica 14 ottobre

Assolutamente imperdibile :)

Spettatori, zozzo fans, organizzatori di Festival per bambini sono avvisati….

 

Teatro Casa Di Pulcinella

Arena della Vittoria n. 4/a

70132  Bari

tel: +39.080.5344660
fax: +39.080.5340686
email: teatro@casadipulcinella.it
web: www.casadipulcinella.it

 

7° FESTIVAL TUTTESTORIE DI LETTERATURA PER RAGAZZI

7 Ottobre 2012 Commenti chiusi

 

 

Ho preso i miei personaggi di Bruno lo zozzo,

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Doccino Tante Storie

 

 

 

e Sono allergico ai Draghi

e gli ho portati al bellissimo Festival Tuttestorie in Sardegna per incontrare i bambini nelle scuole, biblioteche e dell’Ospedale Microcitemico e Brotzu.

Il grande catalogo delle allergie fantastiche

26 Settembre 2012 Commenti chiusi

Al Festivaletteratura di Mantova ho fatto il primo incontro sul mio libro appena uscito “Ecciù! Sono allergico ai draghi” per la collana I primi Sassolini – Mondadori.

Dopo aver raccontato la storia, abbiamo stillato, con l’aiuto dei bambini, un catalogo delle allergie fantastiche.

 

C’era di tutto: dalle allergie alle biciclette, ai disegni, alla scuola, al bagno, alla pioggia, ai cartelli stradali e anche l’allergia alle allergie. Oltre ai sintomi si cercava di vedere come ogni soggetto allergico poteva affrontare il suo problema e io disegnavo via via tutto sulla lavagna.

 

 

Tutti i bambini volevano partecipare, e quando l’incontro doveva finire, si mettevano in fila per poter parlare della loro allergia fantastica.

 

E naturalmente anche Giulio ha voluto inventare la sua…

L’incontro è stato raccontato così da un spettatore del Festival Letteratura:

Fantastico. Tutto in questo evento è stato fantastico. Dall’ambientazione della storia alla fantasia avuta dai bambini nell’inventare le allergie. Perchè proprio di allergie si parla. Simone Frasca, infatti, attraverso i suoi disegni ed il suo accento toscano, ci ha trasportato nella valle di Dragonia, cittadina costruita nel deserto in mezzo a due montagne, rigogliose e piene di ogni meraviglia.

“Ma perchè costruire una città proprio nel deserto invece che sulle colline?” chiesero i bambini perplessi. Il problema, spiegò Simone, sta nel fatto che la collina era popolata dai draghi, cattivi e “stupidi”. Da qui la storia inizia a farsi interessante…

Nella città, dove ogni cosa era stata realizzata con “pezzi” di drago, nacque il figlio del sindaco, che per la sfortuna del popolo si rivelò essere allergico ai draghi. Che disdetta!

L’unica cosa possibile da fare era organizzare delle spedizioni verso le montagne al fine di rubare ai draghi i loro tesori (verdure, carne,…) per il nuovo arrivato. E così fu.

Purtroppo un giorno i draghi si accorsero di essere stati derubati e organizzarono un assalto durante la notte per radere al suolo Dragonia. Ma gli abitanti, furbi, sfruttarono la loro stupidità per eliminarli tutti.

Dopo questo fantastico racconto, una domanda spiccò dal silenzio sbigottito dei presenti: “e voi di che allergie soffrite?”, chiese Simone ai suoi piccoli ascoltatori. I bambini a quel punto fecero a gara a chi riusciva a trovare l’allergia più stravagante, insieme ai rispettivi sintomi e rimedi. Tra le allergie alle magliette, ai compiti, ai disegni, alle navi, agli sport, alla scuola, alle biciclette,… si conclude un evento un po’ “malaticcio”.

Ed ora siamo tutti pronti per farci vaccinare!

Vaticangelo

26 Settembre 2012 Commenti chiusi
Un anno fa per Giunti ho inventato Vaticangelo, un angioletto pittore e pasticcione mascotte delle pubblicazioni Giunti Junior per le Gallerie Vaticane… credo che l’idea fosse buona e ultimamente guardandomi intorno ne ho avuto la conferma…

Simone Frasca, numero 1 che lavora per «under 10»

6 Settembre 2012 Commenti chiusi

 di Luigi Mascheroni - 

Il Giornale – Gio, 06/09/2012

È lo scrittore più presente al festival: tra laboratori, incontri e letture conta sei appuntamenti in quattro giorni.

È quello che ha in bibliografia più titoli, 60 come illustratore e una dozzina come autore. È quello che ha lavorato per più case editrici: Piemme, Giunti, Disney, Dami, Edt, Feltrinelli, Mandragora, Lapis, Capitello, Einaudi, Mondadori («Questa mi mancava. Quest’anno ce l’ho fatta»). E, probabilmente, a conti fatti, se è vero che la letteratura per ragazzi è quella che divora la fetta più grossa del mercato librario, è anche quello che ha venduto più copie. Almeno 300mila per le storie scritte, oltre il mezzo milione se si contano anche quelle illustrate. Non per questo è però lo scrittore che guadagna di più.

Antidivo sconosciuto al grande pubblico e autore misterioso ignorato dai giornali, in qualche modo Simone Frasca è un protagonista silenzioso di Festivaletteratura, quest’anno molto understatement, orfano di superstar intellettuali, parsimonioso di grandi eventi, dal profilo sempre riconoscibile, nonostante la skyline sbrecciata dal terremoto, ma basso. E così Frasca, scrittore e disegnatore di libri per l’infanzia, da 4 a 10 anni, alter ego di piccoli eroi di carta dalla simpatia inversamente proporzionale all’igiene, come Bruno lo zozzo, un must per i bambini (e per molti papà), alla fine qui a Mantova svetta come un piccolo gigante.

Gigante nel raccontare storie per i piccoli ed elfo invisibile per i più grandi, 50 anni, da venti nel mondo dei libri, Simone Frasca passa metà del tempo a creare storie e l’altra metà a raccontarle: «Giro scuole, laboratori, piazze, festival: una storia ha senso se qualcuno la ascolta». Di sé – oltre al fatto di essere nato a Firenze e di vivere sulle colline attorno alla città, un luogo che su di lui ha un effetto molto inspirational, come dicono gli inglesi che amano il Chiantishire – narra che ha preso la maturità linguistica e si sarebbe persino laureato in Storia dell’arte se un tratto del destino non l’avesse portato negli anni Ottanta a Milano, dove ha scoperto che vivevano gli «illustratori» e dove ha lavorato in grandi studi di pubblicità. Poi, a un certo punto, ha preso matita e righello e ha tracciato una bella riga. Di là il mondo dei manager, del business e dei loghi, di qua quello degli orchi, dei libri-gatto e dei megapanettonesauri. Cancellò il primo e colorò il secondo. Tornò a Firenze, aprendo uno studio-officina di illustrazione.

In fondo, fin da piccolo, quando i suoi eroi erano Cocco Bill e Paperino, l’Uomo Ragno e Hulk, oltre al paleontologo, l’archeologo e l’esploratore – come tutti noi – voleva fare il fumettista. Ci è riuscito. Oggi fa l’«illustra-autore». Inventa mondi, scrive testi e li disegna. Il primo successo, un long seller che ha avuto parecchi sequel, è Bruno lo zozzo, per la cui prima avventura vinse, nel 1996, l’«European Picture Books Collection Award». Bruno è un bambino a cui non piace tanto fare il bagno e che ha un amico immaginario con cui si rotola nel fango e salta nelle pozzanghere: il maiale Giovanni. «In qualche modo Bruno sono io da piccolo, anche se a me non è successo proprio tutto quello che succede a lui. Forse è per questo che ai bimbi piace». Anche a suo figlio? «Sì. Ha sei anni, e si diverte leggendolo. L’ho già rovinato».

Rovinato dal mondo Disney, ma anche dai cartoni animati cecoslovacchi degli anni ’60, uno per tutti Krtek, la talpina, venuto su a Jacovitti, Novello, Pazienza, Moebius e Hugo Pratt («e tutti i disegnatori, specialmente i francesi, del Corriere dei Piccoli e dei Classici dell’Audacia degli anni ’70… e poi più tardi i disegnatori del New Yorker, Joe Sacco, Art Spiegelman e i neo-pop»), Simone Frasca guarda tutto, legge di tutto, gira dappertutto: cinema, cartoon, internet, videogiochi, dalle favole digitali della Pixar ai film d’animazione giapponesi di Hayao Miyazaki. «Sono onnivoro, e ogni cosa può essere fonte di ispirazione. È quello che dico ai bambini: tenete gli occhi e le orecchie aperte, registrate tutto, da dove meno ve lo aspettate può arrivare il personaggio più bello, l’avventura più strana». Come quelle del suo Capitan Fox, o di Bruno e dei suoi amici invisibili, o di Fiorino, la mascotte che ha inventato per il sindaco di Firenze Matteo Renzi – uno che di media se ne intende -, un curioso personaggio che fa da guida per i più piccoli ai monumenti famosi della città.

È più difficile farsi ascoltare da Renzi o dai bambini? «Renzi in realtà mi ha risposto subito. Coi bambini ci vuole più pazienza, ma alla fine, se ci sai fare, li conquisti». Come? «Basta non perderli di vista, sia quando sei nel tuo studio a scrivere, sia quando li hai di fronte. Devi scendere verso di loro, in tutti i sensi. Se vedi un bimbo distratto o che disturba, non dirgli ?Zitto!?. Devi andare da lui e coinvolgerlo. Ovviamente mantenendo ferme le differenze di ruolo e di età. Non voglio rivendicare il mito di Peter Pan, per carità. Un personaggio, peraltro, che mi sta anche antipatico».

Simone Frasca al Festivaletteratura di Mantova

3 Settembre 2012 Commenti chiusi

Quest’anno parteciperò a diversi eventi del Festival. Ecco il calendario:

 

05/09/2012 – 17:30, Spazio Studio Sant’Orsola , € 3.50

LA FAVOLA DI GIAN PORCOSPINO

dialoghi coi fratelli Grimm 

bambini e adulti dai 6 anni in su

Questo evento è stato segnalato da Repubblica.it

————————————————————————————————————————————————–

06/09/2012 – 10:30, Istituti Geriatrici Mons. Arrigo Mazzali – Teatrino, € 6.50

A OGNUNO TANTE STORIE

Doccino assomiglia a un gatto con un muso che sembra un libro aperto. è davvero molto timido: vive nelle biblioteche ed esce solo di notte. La sua passione sono i libri: appena viene buio si tuffa da un volume all’altro e si trasforma in pirata, esploratore, detective o principe arabo. Simone Frasca, che su di lui ha scritto Doccino tante storie, cercherà di farvelo conoscere, in modo che ciascuno di voi, finito il laboratorio, possa tornare a casa con il suo Doccino da tenere vicino ogni volta che legge il suo libro preferito.

dai 6 agli 8 anni

————————————————————————————————————————————————–

06/09/2012 – 16:15, Villa Angela – Giardino, € 3.50

IL GRANDE CATALOGO DELLE ALLERGIE

FANTASTICHE

 

dai 5 ai 7 anni

Ci sono delle allergie che hanno in tanti (come quelle ai pollini o al glutine) e delle allergie che hanno in pochi (all’aspirina o alla conserva di pomodoro). E poi ci sono le allergie fantastiche: quelle che Simone Frasca (Etciù! Sono allergico ai draghi) ha raccolto con tanta pazienza e che vi leggerà a una a una per prepararvi… alla vaccinazione!

Il supplemento Sette del Corriere della Sera ha segnalato questo incontro:

————————————————————————————————————————————————–

07/09/2012 – 10:30, Istituti Geriatrici Mons. Arrigo Mazzali – Teatrino, € 6.50

A OGNUNO TANTE STORIE

dai 6 agli 8 anni

————————————————————————————————————————————————–

07/09/2012 – 16:30, Villa Angela – Giardino, € 3.50

UNA STORIA INDIANA NATA A MANTOVA

 SARA MARCONI e SIMONE FRASCA

dai 5 agli 8 anni

A Festivaletteratura nascono le storie. Gli autori tra le vie di Mantova incontrano i loro personaggi e assicurano che la loro creatività è particolarmente favorita. In un luogo speciale, Villa Angela, si potrà ascoltare dalla voce di Sara Marconi una storia nata proprio nei giorni di un lontano Festival e, con le illustrazioni di Simone Frasca e i suggerimenti dei bambini, forse si riuscirà ad inventare un seguito.

————————————————————————————————————————————————–

08/09/2012 – 17:15, Istituti Geriatrici Mons. Arrigo Mazzali – Teatrino, € 6.50

A OGNUNO TANTE STORIE

dai 6 agli 8 anni

DiDiario: “I buoni e i cattivi di carta”

7 Giugno 2012 Commenti chiusi

Ecco il programma della rassegna di Letteratura 2012 “DiDiario” dal 7 al 9 giugno per chiudersi sabato 9. Sono molto contento di essere stato invitato a questa rassegna organizzata dal Presidio del Libro di Turi, in collaborazione con il Comune di Turi, la Regione Puglia e l’Associazione Presidi del Libro.

 

Il polverone magico

29 Maggio 2012 Commenti chiusi

Qualche giorno fa, al programma Il polverone magico di Radio Città Fujiko hanno letto “Doccino Tante Storie” e sono stato intervistato da Simone Sagona. Si può sentire la trasmissione cliccando qui.

La Nazione racconta l’iniziativa della Biblioteca Ragionieri – Ipercoop

24 Maggio 2012 Commenti chiusi

Ecco l’articolo uscito il 24 maggio sull’iniziativa per la presentazione del punto prestito all’Ipercoop. Nella foto, Katia, Giulio, Phinee e Rebecca.